CALCIO A 5 – Un tempo ciascuno, pareggio giusto tra Cermenate e Bocconi

domenica, 24 ottobre 2021

CERMENATE - "Un risultato giusto ottenuto contro una squadra esperta che certamente farà un campionato da protagonista. Abbiamo giocato un ottimo primo tempo senza però riuscire a concretizzare le tante occasioni create ma nella seconda frazione sono emerse ancora le nostre debolezze, ed è da lì che bisogna continuare a lavorare. Ci sono segnali positivi, ogni giorno che passa vedo miglioramenti, rimango fiducioso". Sono queste le parole di mister Checola al temine della partita di venerdì 22 ottobre, pareggiata contro la Bocconi, squadra di Milano, con il risultato di 3-3.

LA CRONACA
Una partita equilibrata che alla fine si conclude con il risultato più giusto. Un tempo per parte, il primo la Virtus fa la parte del leone, con un gran possesso palle e senza mai soffrire. Dopo diverse occasioni sprecate, per imprecisione e sfortuna, come spesso accade nel calcio, è però la Bocconi a trovare il vantaggio su rigore. I padroni di casa non si scompongono e continuano a macinare gioco trovando prima il pari con Davide Scopelliti, bravo a sfruttare un'incertezza della retroguardia avversaria e dopo il vantaggio con un'azione personale Enrico Bonzano.

Il secondo tempo la Bocconi cambia completamente impostazione di gioco e diventa protagonista. Ritmo più alto, aggressività e un pizzico di fortuna permettono agli ospiti di trovare il pari al quinto minuto. I milanesi a quel punto ci credono e trovano anche il vantaggio con una bella azione di ripartenza. A quel punto la Virtus si annebbia e la confusione diventa la protagonista della partita. La determinazione dei padroni però la portano a trovare il pari ancora con Bonzano per il 3-3 finale.

"Continuo a pensare che questa squadra abbia enormi margini di miglioramento ma dipende molto da noi e dalla voglia che avremo nel passare da singoli giocatori a squadra", ha concluso mister Checola.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)