I TIFOSI DELLA CURVA – “Ripartiamo da Abass e dal presidente Gerasimenko”

giovedì, 5 maggio 2016

Cantù Varese 7 Walter Hodge

Un passaggio di Walter Hodge, play della Vitasnella

CUCCIAGO - Aria da ultimo giorno di scuola a Cantù con la maggior parte dei giocatori che ha pronte le valigie e lo stesso coach della Vitasnella, Sergey Bazarevich, che è pronto a tornare nella sua Russia, dove sarà commissario tecnico della Nazionale. Al termine del derby vinto con Varese la voglia, in generale, è di pensare al futuro.

"Stagione deludente... ripartiamo da capitano e presidente" recitava uno striscione esposto dagli Eagles. E i diretti interessati guardano avanti.

Cantù Varese 10

I giocatori di Cantù a fine partita

"Prima di tutto ringrazio per il bello striscione - spiega Awudu Abass - mi ha fatto davvero molto piacere. Il futuro? Guardo a quello vicino: mi auguro una chiamata del commissario tecnico Ettore Messina per il torneo preolimpico di Torino. Sarebbe importante per me e per la mia carriera. La stagione? si è chiusa con quello che era l'obiettivo che ci eravamo posti all'inizio, la conquista della salvezza. Magari con qualche rimpianto, ma ad un certo punto ci siamo trovati in difficoltà e al tirar delle somme... va bene così".

Cantù Varese Gerasimenko 9

Il saluto del presidente Gerasimenko ai suoi giocatori

"Stiamo già pensando al futuro - ribadisce il presidente Dmitry Gerasimenko - Confermo quello che ho già avuto modo di spiegare: vogliamo costruire una squadra di dimensione europea con un allenatore che condivida il nostro progetto e che annunceremo tra qualche settimana. Allo stesso tempo porteremo avanti anche i progetti che riguardano il palazzetto, coordinandoci con i sindaci di Cucciago e di Cantù".

Cantù Varese 6 Sergey Bazarevich

Coach Sergey Bazarevich ora potrà concentrarsi sulla Nazionale della Russia

“Era l’ultima gara della stagione e, anche se non contava molto dal punto di vista della classifica, sapevamo quanto fosse importante per i tifosi - ha spiegato alla fine coach Sergey Bazarevich, allenatore di Cantù - Volevamo giocare con durezza e lo abbiamo fatto. Il momento cruciale della partita? A inizio del secondo tempo quando abbiamo trovato il modo giusto per attaccare la difesa di Varese sorprendendo anche un po’ i nostri avversari. È stato il momento cruciale della sfida”.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)