CRONACA – Ricatti hard a un bancario, nei guai tre giovani

giovedì, 15 luglio 2021

CANTÙ - Ottenevano soldi tramite ricatti a sfondo sessuale nei confronti di un 40enne dirigente di banca a Cantù, ma sono stati denunciati e ora dovranno scontare le loro pene. Protagonisti della vicenda tre giovani: N.B.F., 24enne di Missaglia, S.T.C., 21enne di Monticello Brianza e J.B., 20enne di Briosco.

Stando alle ricostruzioni, i tre, tramite il profilo della ragazza 20enne, avrebbero adescato il bancario su un sito di incontri, programmando un appuntamento. L'uscita tra la giovane e l'uomo canturino è stata fotografata dai due complici, che hanno poi utilizzato gli scatti per ricattare il 40enne, chiedendo soldi per non mostrare le riprese alla compagna.

Dopo oltre 2000 euro versati, l'uomo ha denunciato i fatti ai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Merate e alla Polizia locale di Cantù, che hanno provveduto a rintracciare i malviventi. Dalle indagini è risultato che il capobanda, N.B.F., stava scontando una pena agli arresti domiciliari per fatti simili eseguiti ai danni di due sacerdoti e di una donna.

Al rito abbreviato, il Gup Paolo Salvatore ha inflitto 4 anni e 8 mesi per N.B.F., 2 anni e 4 mesi per S.T.C. e 2 anni e 2 mesi per la giovane di Briosco, con la pena sospesa per gli ultimi due.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)