200-125dumps 100-105dumps 210-260dumps 300-115dumps 200-105dumps 300-101dumps 200-310dumps 210-060dumps 200-355dumps 640-911dumps 300-075dumps 300-208dumps 300-070dumps 300-360dumps 642-998dumps QV_DEVELOPER_01dumps 400-101dumps 210-451dumps 700-501dumps 400-051dumps 117-201exam 070-243exam 70-696dump 648-244dumps 500-005dumps 640-875dumps 700-505 640-878dumps 600-199dumps 400-351dumps 101-400dump 300-320dumps 210-065dumps 70-480dumps CCA-500dumps

POST PARTITA – Pashutin: “Una bella reazione dopo il ko di Varese”

giovedì, 13 settembre 2018

CANTÙ - Mercoledì sera in provincia di Padova, al 2° “Trofeo di Basket Città di Cittadella”, non è arrivata la vittoria per un soffio ma la Pallacanestro Cantù può ritenersi comunque molto soddisfatta per l’ottima prestazione mostrata contro una grande squadra come la Reyer Venezia. Un’avversaria di un certo spessore, roster alla mano la più “profonda” e la più talentuosa finora affrontata in preseason. Il finale del match, 83-81 a favore dei lagunari, non rende però giustizia alla sorprendente rimonta dei biancoblu nel corso del secondo tempo. Al rientro dagli spogliatoi, Shaheed Davis (23 punti + 17 rimbalzi) e compagni hanno reagito alla grande, riducendo lo svantaggio dell’intervallo (41-29) minuto dopo minuto. Fino al mini parziale di 20-8 tra il 30’ ed il 35’ che ha permesso ai canturini di andare avanti addirittura di quattro lunghezze (66-70) a cinque minuti dalla fine. Una rimonta di pura energia, tanto cercata quanto meritata, che ha momentaneamente cancellato – seppur soltanto per pochi minuti - uno svantaggio che nel secondo quarto diceva addirittura -16 per Cantù.

"Ci siamo confrontati con un team di alto livello – ha commentato coach Pashutin nel post partita contro la Reyer Venezia -, un top team del campionato italiano. Questo per noi si è trattato di uno step importante, contro una squadra che in campo pressava davvero tanto. Difensivamente non abbiamo mai mollato, seguendo molto bene il piano partita. Detto ciò, dobbiamo riconoscere anche i nostri errori, all’inizio della gara non siamo partiti affatto bene, faticando tanto a rimbalzo. Un po’ meglio nel secondo tempo, molto meglio poi nel terzo e nel quarto periodo, dove siamo riusciti ad essere più solidi in difesa. In attacco, invece, abbiamo trovato buone soluzioni, specialmente nella seconda parte della gara, dove tante cose provate in allenamento sono funzionate. Dopo la lezione che ci ha inflitto Varese nel Trofeo Lombardia, la squadra ha reagito davvero bene, non solo ieri sera ma anche in palestra durante gli allenamenti. Stiamo andando nella giusta direzione. Adesso, in vista del debutto in Champions contro lo Szolnoki Olaj, dobbiamo imparare ancora qualcosa e – ha concluso il tecnico russo - migliorarci in questi pochi giorni che ci rimangono per farci trovare pronti alla prima gara ufficiale della stagione".

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)