CASO MOLTENI – L’Appello conferma 20 anni alla moglie, ergastolo all’amante

martedì, 26 febbraio 2019

MILANO - Confermate dalla Corte d'Assise d'appello di Milano le condanne inflitte in primo grado a Como per l'omicidio dell'architetto Alfio Molteni, ucciso nel 2015 a Carugo: ergastolo per Alberto Brivio, amante della moglie di Molteni Daniela Rho - ritenuta la mandante - per la quale sono stati ribaditi i 20 anni di carcere con giudizio abbreviato.

In alto a destra Alfio Molteni, sotto i due amanti condannati

Ergastolo anche a Vincenzo Scovazzo, tra gli esecutori materiali del delitto. Unica riduzione di pena (9 anni e 10 mesi contro i 14 anni e 8 mesi in primo grado) per Giuseppe De Martino, accusato a sua volta per l'omicidio.

La spedizione originariamente organizzata per gambizzare l'architetto si concluse tragicamente: il professionista infatti morì a causa delle gravi ferite subite.

Confermata pure la condanna a cinque anni per il detective privato Giovanni Terenghi imputato dei reati di stalking, calunnia e incendio nell'ambito di atti intimidatori verso la vittima.

LO SPECIALE DEL CANTURINO SUL CASO MOLTENI:

MOLTENI, LA SVOLTA – Tutta la vicenda in 17 articoli con foto e dettagli

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)