AMBIENTE – ‘Stop al consumo di suolo in tutta la Provincia di Como’

sabato, 19 marzo 2022

COMO – “Azzeriamo totalmente il consumo di suolo in tutto il territorio della Provincia di Como”. È questa la principale proposta che il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” ha inviato all'Amministrazione provinciale di Como come osservazione alla variante del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP), in corso di revisione. Come gruppo ambientalista abbiamo proposto che la Provincia (che ha, o dovrebbe avere, una visione ampia dello sviluppo urbanistico del territorio) introduca norme più stringenti per indirizzare i PGT dei comuni del territorio provinciale nella direzione della salvaguardia del suolo. In pratica tutti i comuni dovrebbero azzerare qualsiasi nuova edificazione su terreni verdi e contemporaneamente - se la necessità è quella di ricavare nuovi spazi ad uso residenziale, commerciale o industriale - dovrebbero privilegiare il riutilizzo delle numerose aree dismesse.  Infatti anche nel territorio della provincia di Como non mancano edifici abbandonati o, appunto, aree industriali dismesse, che possono essere riqualificati dal punto di vista urbanistico, edilizio ed energetico. Il loro  riutilizzo permetterebbe di non sprecare altro suolo, evitando di cementificare le aree verdi rimaste.

Questo in considerazione del fatto che il territorio pianeggiante della provincia (dalla convalle di Como, al Canturino, Erbese, Olgiatese, ecc.) è stato pesantemente cementificato negli ultimi decenni, in particolare a partire dagli anni ‘60 del secolo scorso. Ma anche i territori che si affacciano sul Lario non sono esenti dal fenomeno della cementificazione, come purtroppo si è evidenziato in coincidenza coi sempre più frequenti fenomeni di dissesto idrogeologico conseguenti alle piogge torrenziali. Fenomeni però che hanno proprio come prima causa l'eccessivo sfruttamento delle aree a rischio, ovvero vicine ai torrenti o in aree potenzialmente franose.

Per tutti questi motivi, come Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” chiediamo alla Provincia, non solo di porre un freno alla cementificazione, ma addirittura di prevedere l’azzeramento di qualsiasi nuova edificazione su aree verdi. Ora la risposta spetta all’Amministrazione Provinciale che, per l’appunto, sta mettendo mano alla variante al proprio Piano Territoriale di Coordinamento. Un PTCP che deve passare a 'consumo di suolo zero'.

Roberto Fumagalli
presidente del Circolo Ambiente "Ilaria Alpi"

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)