AUTOVELOX – Cattaneo: “La lettura della velocità è sia frontale che posteriore”

giovedì, 28 luglio 2016

Alessandro BrianzaCANTÙ – Il capogruppo leghista Alessandro Brianza ha presentato ieri un’interrogazione per fare chiarezza su autovelox e semavelox. “Si è parlato molto del tema e la Polizia locale dice che senza agenti non è possibile sanzionare gli automobilisti – ha affermato Brianza –. Restano ancora delle domande però: i cartelli sono posti solo su un lato, ma i lettori pare siano in grado di leggere in entrambe le direzioni, come si spiega la mancata segnalazione? La lettura è frontale o posteriore?”

assessore paolo cattaneoL’assessore alla sicurezza Paolo Cattaneo ha risposto: “Per rendere valida la sanzione la torretta e l’auto devono trovarsi nel campo visivo dell’agente, che non deve perciò essere necessariamente accanto al rilevatore. Il radar legge la velocità sia davanti sia dietro”.

Anche il sindaco Claudio Bizzozero è intervenuto spiegando come si è giunti all’installazione delle tanto criticate colonnine e precisando la differenza tra una scelta politica e una tecnica: “La mia decisione politica è stata quella di intervenire sul controllo della velocità. Non potendo provvedere con l’aumento degli agenti ho chiesto una soluzione alternativa, ovvero dei lettori in grado di operare senza la presenza degli agenti. Dalla prefettura mi hanno risposto che in Italia su strade urbane questo non è possibile, perciò sono stati installati questi dispositivi. Io volevo un sistema come quello svizzero: nel solo Ticino infatti ci sono circa 9mila velox nascosti e non segnalati che non necessitano agenti”.

Bizzozero ha poi aggiunto, in risposta alle dichiarazioni di alcuni consiglieri che hanno definito “non legittime” le colonnine: “Si può criticare la mia scelta politica, ma non quella tecnica di chi ha deciso come e dove installare i dispositivi. Sulla scelta tecnica può parlare solo chi ha competenze tecniche, ovvero il comandante della Polizia locale”.

Sulla segnaletica verticale è stato poi precisato che, sebbene i cartelli fissi siano solo su un lato, esistono cartelli mobili che posizionati sull’altra corsia, 80 metri prima del rilevatore, rendono valida la sanzione. Per quanto riguarda i semavelox Bizzozero ha affermato: “Credo che molti ancora non si siano resi conto di dove sono posizionati e le infrazioni sono tantissime. Quei lettori non richiedono la presenza di agenti e sono attivi a tutte le ore”.

Clarissa Albini

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)