PALLAVOLO – Servono due ore alla Virtus Cermenate per avere la meglio su San Carlo

venerdì, 21 febbraio 2020

CERMENATE - Cermenate fatica ma al tiebreak riesce ad avere la meglio di San Carlo dopo più di due ore di match.

LA CRONACA
Nel primo set Cermenate fatica a trovare il ritmo. Sono infatti le ospiti a partire forte (2-9), amministrare il vantaggio (5-16, 14-19) ed a chiudere il parziale 15-25. Avvio di secondo set fotocopia del precedente con San Carlo subito avanti (2-6). Cermenate impatta sul 6-6 e si porta avanti (13-6). Ma le ospiti rientrano subito (14-14). Nuovamente le virtussine avanti (20-16) e nuova parità sul 20-20, quando è la formazione ospite ad allungare fino al 21-24. Ma Cermenate rimette tutto in discussione sul 24-24. Si gioca poi punto a punto fino 27-29, che vale il set per San Carlo.

Nel terzo set Cermenate scende in campo con maggior pigio ed inizia forte (6-2). San Carlo prova l'aggancio (7-6), ma sono nuovamente le virtussine ad allungare (12-6, 19-13, 21-19) andando a vincere il parziale 25-19. Nel quarto set le due formazioni si alternano in testa. Parte avanti Cermenate (5-2), parità sul 6-6, poi San Carlo allunga (8-10, 15-19). Ma nel finale la formazione di casa rientra sul 20-20, conquista un buon break (23-20) e chiude il parziale sul 25-21.

Nel tiebreak parte avanti Cermenate (5-3). San Carlo ribalta il parziale 6-10, ma la formazione guidata da coach Proverbio risponde subito (14-12). Nuovamente parità sul 14-14, con Cermenate che, ai vantaggi, vince il set 17-15 e l'incontro.

Nel prossimo turno di campionato Cermenate farà visita ad Albatese venerdì 28 febbraio alle 20.45 a Como.

 

17ª Giornata Seconda Divisione Femminile - Como
Virtus Cermenate 3 – CSO San Carlo 2
(15-25, 27-29, 25-19, 25-21, 17-15)

VIRTUS CERMENATE: Ruiu, Arnaboldi 3, Tosetti 1, Castelli 22, Bollini 27, Napolitano ne, Penitenti 6, Ravasio 13, Rumi, Schembri (L). Allenatore: Proverbio Giorgio.

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)