200-125dumps 100-105dumps 210-260dumps 300-115dumps 200-105dumps 300-101dumps 200-310dumps 210-060dumps 200-355dumps 640-911dumps 300-075dumps 300-208dumps 300-070dumps 300-360dumps 642-998dumps QV_DEVELOPER_01dumps 400-101dumps 210-451dumps 700-501dumps 400-051dumps 117-201exam 070-243exam 70-696dump 648-244dumps 500-005dumps 640-875dumps 700-505 640-878dumps 600-199dumps 400-351dumps 101-400dump 300-320dumps 210-065dumps 70-480dumps CCA-500dumps

BASKET – Sabato sera la “cinquantesima volta” con Reggio Emilia

giovedì, 7 febbraio 2019

CANTÙ - Sabato sera l’Acqua S.Bernardo Cantù allenata da coach Nicola Brienza farà visita alla Pallacanestro Reggiana per la diciannovesima giornata del campionato di Serie A PosteMobile 2018-’19, palla a due alle 20 al “PalaBigi” di Reggio Emilia.

La gara di andata, disputata il 28 ottobre scorso in quel di Desio, terminò con il punteggio di 101 a 95 a favore dell’allora Cantù targata Red October, trascinata dai 36 punti di Tony Mitchell, a segno con 5 triple su 11, oltre che con 5 assist e 4 rimbalzi a referto.

Alla Grissin Bon, invece, non bastò un’incredibile prestazione di Ricky Ledo che – prima di lasciare l’Italia un mese più tardi – fece registrare il picco stagionale di 41 punti realizzati. Rispetto al match disputato in Brianza, sulle panchine delle due formazioni siederanno due allenatori differenti.

Entrambe le squadre, infatti, hanno cambiato di recente la propria guida tecnica: al posto di coach Evgeny Pashutin, l’Acqua S.Bernardo si è affidata al giovane canturino Nicola Brienza che – nel turno precedente – ha esordito battendo in casa la Vanoli Cremona, nella sua prima partita della stagione da head coach, la terza in assoluto in LBA dopo due presenze come capo allenatore nel dicembre del 2015. Dall’altra parte, sponda biancorossa, il cambio in panchina è arrivato a settimana inoltrata, dopo la sconfitta sul campo della FIAT Torino che è costata a coach Devis Cagnardi l’esonero. Al suo posto l’esperto Stefano Pillastrini, chiamato a dare una scossa importante dopo quattro ko consecutivi, arrivati – giusto precisarlo – in tre trasferte. Il calendario, dunque, non è stato di certo amico di Cagnardi ma non lo è stata neppure la posizione in classifica che, dopo il 20-0 a tavolino tra Pistoia e Milano, ha relegato la Reggiana all’ultimo posto del ranking.

QUI REGGIO EMILIA Come detto, sabato i padroni di casa saranno guidati da coach Pillastrini, tornato ad allenare un club nella massima serie dopo 8 anni. La Sutor Montegranaro la sua ultima squadra di Serie A, allenata nella stagione 2010-’11. Da lì in avanti disputa tanti campionati nelle serie minori ma lo fa in due piazze di grande prestigio come Torino e Treviso. In quest’ultima società resta per quattro anni, dal 2014 al 2018, prima di lasciare la squadra – ironia della sorte – a coach Massimiliano Menetti, storico ex allenatore della Reggiana che dopo sette stagioni in biancorosso sceglie di trasferirsi proprio a Treviso la scorsa estate per iniziare un nuovo ciclo. Stessa cosa che spera di fare anche Pillastrini, con un percorso inverso però a quello di Menetti, tornando in Serie A per rilanciare la sua importante e trentennale carriera. Il tecnico ferrarese, con all’attivo più di 500 presenze in panchina tra A, A2 e coppe europee, porta alla causa sicuramente tanto carisma e tanta esperienza, qualità che potrebbero rivelarsi decisive nel corso della stagione, specie per una squadra in piena lotta salvezza come la Grissin Bon.

QUI CANTÙ L’Acqua S.Bernardo si appresta ad affrontare la trasferta di Reggio Emilia con il morale altissimo dopo l’ottimo momento che ha portato ai brianzoli ben cinque vittorie nelle ultime sei giornate di LBA. Dieci punti conquistati, su dodici disponibili, che hanno rilanciato le ambizioni di squadra e tifosi. L’ultimo posto dista sei punti, tanti ma non tantissimi, abbastanza però per affrontare la sfida di sabato con maggiore tranquillità. In Brianza adesso in molti sognano i playoff, distanti soltanto una vittoria (Sassari ottava con 18 punti) ma prima di alzare l’asticella serve vincere al “PalaBigi”, per aumentare di un altro po’ il distacco proprio dalla Reggiana e, dunque, puntare a quell’ottavo posto che fino a poche settimane fa sembrava un’utopia. Nuova linfa l’ha data sicuramente Nicola Brienza che, nel turno precedente con Cremona, è subito riuscito a dare alla squadra un’impronta difensiva che probabilmente Cantù – sotto la guida Pashutin - non pensava neppure di avere. Cremona, che attualmente è il secondo miglior attacco del campionato con 86.3 punti a partita, non ha potuto nulla di fronte ad una squadra così organizzata e così aggressiva in difesa, riuscendo a segnare alla S.Bernardo soltanto 66 punti, mai così pochi in questa stagione per la formazione di coach Romeo Sacchetti. Nella gara d’esordio di Brienza, questo sicuramente il dato più eclatante, senza però dimenticare anche le belle cose dimostrate nella metà campo offensiva, dove Cantù ha espresso una bella pallacanestro, con un gioco dinamico e frizzante. Tanti meriti, dunque, vanno attribuiti a Brienza, che con la Vanoli ha raccolto la sua seconda vittoria in Serie A da capo allenatore, in 3 partite, l’altra risale alla stagione 2015-’16 con Trento.

I PRECEDENTI Quello di sabato sarà il cinquantesimo confronto tra Pallacanestro Cantù e Pallacanestro Reggiana. Il bilancio pende a favore dei brianzoli, avanti con 27 vittorie, contro i 22 successi dei reggiani. Nei precedenti disputati in casa propria, i biancorossi hanno vinto 17 sfide su 23, sei invece le vittorie in trasferta dei canturini. L’ultimo confronto al “PalaBigi” di Reggio Emilia risale al 30 dicembre del 2017, nella tredicesima giornata di andata della stagione 2017-’18, terminata 86 a 80 per i padroni di casa. Tuttavia, nei precedenti con Reggio, Cantù viene da due vittorie consecutive, entrambe ottenute a Desio. L’ultima è quella di ottobre, alla quarta giornata di LBA, l’altra invece è datata 29 aprile 2018.
 
INFO GENERALI Sabato sera Acqua S.Bernardo Cantù e Grissin Bon Reggio Emilia si affrontano al “PalaBigi” per l’anticipo della diciannovesima giornata del campionato, l’ultima prima della pausa per la Final Eight di Coppa Italia e per gli impegni delle nazionali. Ad arbitrare l’incontro saranno i signori Roberto Begnis, Guido Giovannetti e Martino Galasso.

La partita sarà trasmessa in diretta su Eurosport Player, radiocronaca del match su Radio Cantù 89.600 FM e streaming su radiocantu.com.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)