BASKET – A Trento, illusione per Cantù che cede nel finale: 79-71 per la Dolomiti

domenica, 9 febbraio 2020

TRENTO - Sfida in quel di Trento all'insegna dell'ex (il coach Nicola Brienza), ma senza un elemento importante come il neo azzurro Andrea Pecchia, fermato l'altro giorno da una distorsione alla caviglia sinistra.

Break e controbreak nelle primissime fasi del match: Trento avanti 5-0 dopo 1'40", Cantù che ribalta il punteggio e si porta sul 7-5 in poco più di due minuti. Il primo periodo continua poi in maniera equilibrata sino alla fine, che vede i padroni di casa avanti 17-16 e Alessandro Gentile miglior marcatore con 7 punti.

L'inizio del secondo periodo è completamente ad appannaggio della Dolomiti Energia Trentino, che dopo soli tre minuti si porta sul 27-19.

L'Acqua San Bernardo-Cinelandia reagisce con una tripla di La Torre per il 27-22, con calma il team canturino avvia la propria progressiva rimonta e con Clark e Wilson gli ospiti arrivano all'intervallo lungo sotto di appena due lunghezze: 38-36 per Trento.

http://www.canturino.com/wp-content/uploads/2019/10/BASKET-CANTU-TRENTO-TIME-OUT-PANCHINA2.jpg

Cesare Pancotto sembra avere le parole giuste nello spogliatoio perché i suoi ragazzi rientrano carichi e dopo un paio di canestri subiti agganciano i padroni di casa e li sorpassano, portandosi grazie a Clark, Burnell e Young sul +7 (52-45).

Reagisce Trento, partita punto a punto e il terzo periodo si chiude sul vantaggio di due per Cantù (55-53). L'ultimo quarto è combattutissimo, con Trento che mette la testa avanti ma i brianzoli replicano puntualmente.

A 5 minuti dalla fine ancora distacco minimo, 64-62 per la Dolomiti Energia, poi Mezzanotte fa calare il buio su Cantù portando i suoi sul +4. A -3'31" Hayes infila un solo tiro libero, tenendo comunque i suoi a distanza di break; non sbaglia invece Forray dalla lunetta, portando trebto a +5 (68-63). Clark fallisce la tripla del quasi aggancio e Pancotto deve chiamare il minuto di sospensione per rimettere ordine in vista del finale.

Ma Kelly e ancora Mezzanotte scavano un solco decisivo con due canestri in fila, portando la Dolomiti sul +9. Cantù va in confusione, alla palla persa di Hayes fa seguito la bomba di Blackman che mette il sigillo alla vittoria dei padroni di casa: 75-63 a 1'25" dalla sirena. Cantù non ci sta e con un mini parziale recupera in parte, ma non basta. Finisce 79-71, peccato perché l'Acqua San Bernardo domina sotto le plance ma sbaglia troppo al tiro.

Qui il tabellino del match (clicca per leggere le statistiche); più tardi ampio servizio con interviste da Trento.

RedSpo

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)