BASKET – In trasferta a Trieste: Cantù a caccia di punti salvezza

mercoledì, 18 dicembre 2019

CANTÙ - Sale l'attesa in casa San Bernardo-Cinelandia Cantù per la sfida salvezza contro la Allianz Trieste delle 19 di domenica 22 dicembre 2019. Freschi del successo in rimonta con Treviso, i ragazzi di Pancotto affronteranno un'altra concorrente diretta per la permanenza nel massimo campionato. Non sarà una sfida facile: la squadra del tecnico Dalmasson è reduce dalla sconfitta di misura contro Reggio Emilia che l'ha rispedita al penultimo posto in classifica e vorrà fare di tutto per regalare una gioia al pubblico di casa.

Momenti di forma diametralmente opposti per Cantù e Trieste. Dopo aver incassato quattro ko consecutivi, i lombardi sono ripartiti vincendo il derby con Varese, gara che ha dato la spinta per il secondo successo di fila contro un'altra concorrente diretta per la salvezza, la De Longhi Treviso. Un match al cardiopalma, quello con i veneti, in cui la San Bernardo ha dimostrato di avere grandissimo carattere e di non mollare mai. Sotto di sei a fine primo tempo, Pancotto e i suoi sono risaliti fino al 56-58 in chiusura di terzo parziale e hanno completato la rimonta fino al 77-74 nei concitati minuti finali. Sugli scudi il solito Wes Clark (24 punti e i liberi decisivi per lui), Wilson (10 punti) e Pecchia (8 punti e 10 rimbalzi). Molto bene anche l'ultimo arrivato Ragland, protagonista con 7 punti e 3 assist e già a suo agio nel ruolo di leader dell'attacco e di “prolungamento” di Pancotto sul parquet.

Sembra quindi finito il periodo buio per i lombardi che ripartono in una rincorsa alla permanenza in Serie A tutta da seguire anche attraverso i consigli dei principali bookmakers sportivi, sempre più attenti al basket italiano. E la prossima tappa si chiama Trieste, squadra che naviga nella parte bassa della classifica ma che è distante solo 4 punti da Clark e soci.

I friulani, freschi della staffetta tra vice Mazzetti – Cittadini in panchina, hanno perso contro Reggio Emilia una partita da montagne russe. Dopo essere stati sotto anche di 15 punti in avvio, gli uomini di Dalmasson sono risaliti fino al +11 di inizio terzo parziale. Da lì si è spenta di nuovo la luce e gli emiliani hanno avuto la meglio fino al canestro decisivo di Mekel a due secondi dalla fine. Le seconda sconfitta consecutiva e la quarta nelle ultime cinque per Trieste che dopo un avvio di stagione che aveva fatto sperare in traguardi ambiziosi è costretta a remare per rimanere in A.

La sfida di domenica all'Allianz Dome potrebbe rivelarsi uno snodo decisivo per entrambe le squadre. Come detto in precedenza, Cantù sembra stare molto meglio e al momento viaggia in 13esima posizione, a +4 dalla zona retrocessione in compagnia di Venezia e Trento. Nonostante le sconfitte negli ultimi due scontri diretti, i lombardi sono stati convincenti nelle ultime uscite e avevano mostrato progressi nel gioco anche nella serie negativa, con due ko arrivati con soli 5 punti di svantaggio. E ora c'è un Ragland nel motore. Arrivato come uomo d'esperienza in uno dei team più giovani della Serie A, ha già dimostrato quanta leadership e regia può portare alla causa già dalla prima partita. In più, la sua presenza sposta Wes Clark nel prediletto ruolo di guardia tiratrice: non a caso l'americano ha sfoderato la miglior prestazione offensiva dell'anno proprio con il nuovo arrivato accanto.

Trieste resta comunque avversario da non sottovalutare. Nelle ultime 5 partite di campionato ha fatto soffrire moltissimo la capolista Virtus Bologna e ha ceduto solo nel finale a Reggio Emilia, squadre ben più attrezzate. Il pericolo numero uno per i canturini si chiama DeQuan Jones. Miglior marcatore dei friulani con 14.2 punti di media a uscita, lo statunitense è uno degli attaccanti più pericolosi e imprevedibili della Serie A. Insieme a lui sono da tenere d'occhio Hrvoje Peric, giocatore capace di sfuriate offensive di altissimo livello e Akil Mitchell, ala dalle buone doti offensive e temibile a rimbalzo d'attacco.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)