200-125dumps 100-105dumps 210-260dumps 300-115dumps 200-105dumps 300-101dumps 200-310dumps 210-060dumps 200-355dumps 640-911dumps 300-075dumps 300-208dumps 300-070dumps 300-360dumps 642-998dumps QV_DEVELOPER_01dumps 400-101dumps 210-451dumps 700-501dumps 400-051dumps 117-201exam 070-243exam 70-696dump 648-244dumps 500-005dumps 640-875dumps 700-505 640-878dumps 600-199dumps 400-351dumps 101-400dump 300-320dumps 210-065dumps 70-480dumps CCA-500dumps

OMICIDIO MOLTENI – Le difese: “Brivio e Scovazzo non responsabili”

sabato, 14 aprile 2018

COMO - Respingono le accuse di omicidio le difese di Alberto Brivio e Vincenzo Scovazzo che chiedono l'assoluzione "per non aver commesso il fatto". Prosegue in Corte d'assise il processo per il delitto dell'architetto Alfio Molteni, ucciso il 14 ottobre 2015 davanti alla sua abitazione a Carugo, e per il quale è già stata condannata a 20 anni la ex moglie del professionista, Daniela Rho.

Gli imputati hanno reso dichiarazioni spontanee. "Sono innocente - ha esclamato Brivio, 50enne di Inverigo ritenuto essere il mandante - sono stato coinvolto", mentre il suo difensore ha ipotizzato l'esistenza una pista alternativa per spiegare i ripetuti episodi di violenza di cui Molteni fu vittima, affermando che già il processo che ha condannato la Rho non ha approfondito tutti gli aspetti della vicenda.

"Mi è dispiaciuto per ciò che è accaduto" ha invece spiegato Scovazzo ai magistrati completando l'arringa del suo legale il quale ha sostenuto che non esistano prove per indicare nel suo cliente l'esecutore materiale della gambizzazione che ha causato la morte di Molteni. "Quella sera a Carugo c'erano altre persone, tutte coinvolte nelle indagini e con ruoli differenti. Non esistono dati oggettivi per dimostrare la responsabilità di Scovazzo".

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)