MOZZATE – Lite per gelosia: 50enne italiano uccide il ‘rivale’: arrestato dai CC

venerdì, 7 agosto 2020

MOZZATE - I militari  del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cantù e della Stazione di Mozzate hanno tratto in arresto ieri sera in flagranza di reato B.F., cittadino italiano, classe 1970, residente a Mozzate, responsabile del reato di omicidio.

In una serata all’apparenza come tante altre, B.F. si era recato a casa di una conoscente per eseguire una riparazione idraulica.

Al termine constatava che ignoti gli avevano tagliato i pneumatici dell'auto; poco più tardi è arrivato sul posto Lorenzo Borsani, 36enne di Mozzate marito in via di separazione della donna il quale ha ingaggiato, molto probabilmente per motivi di gelosia, una lite con B.F. In quel contesto, quest'ultimo ha estratto un coltello sferrando verso l’altro dei fendenti, uno dei quali lo ha colpito mortalmente al torace. L'omicida si è poi allontanato a piedi verso la propria abitazione, gettando l’arma bianca all’interno di un giardino recintato di un’abitazione disabitata.

I carabinieri allertati dalla Centrale Operativa di Cantù, hanno individuato l’omicida e rintracciato presso l’abitazione della compagna. "B.F. non opponeva resistenza, dimostrandosi collaborativo: ammetteva tutte le sue responsabilità e indicava il luogo dove aveva gettato il coltello (un Opinel a serramanico della lunghezza complessiva di 23 cm) utilizzato per il gesto inconsulto".

La vittima, prontamente soccorsa da personale medico 118, era stata trasportata all’Ospedale di Varese in codice rosso, a mezzo eliambulanza, dove è deceduto poco dopo.

Le indagini, condotte dai militari dell’Arma hanno consentito di raccogliere "inconfutabili elementi di colpevolezza a carico del reo mediante l'assunzione di informazioni testimoniali e relativi riscontri, rinvenire, presso l’abitazione in cui è stato rintracciato, i vestiti sporchi di sangue nella sua disponibilità e trovare, nel luogo indicato dal reo, l'arma utilizzata per commettere il delitto, consistita in un coltello a serramanico".

L'arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Como, in attesa di giudizio di convalida.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)