SUPERCOPPA – Cantù a Torino per una gara da dentro o fuori

venerdì, 16 settembre 2022

CANTÙ - Gara da dentro o fuori per l’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù, impegnata domani sera (17 settembre) alle 20.30 sul parquet del PalaAsti contro la Reale Mutua Torino. Ultima giornata di qualificazione del Girone Blu di Supercoppa LNP Old Wild West di serie A2, che nel frattempo vedrà la sfida di Milano tra Urania e Novipiù JB Monferrato. Al momento la classifica del raggruppamento vede Torino in vetta con quattro punti, Casale e Cantù a quota due, mentre l’Urania chiude a zero. Per passare ai quarti di finale del 20 settembre Cantù dovrebbe chiudere al primo posto, andando poi a incontrare la prima del Girone Giallo (Stella Azzurra RomaTrapani o Agrigento), altrimenti qualificarsi come migliore seconda, accedendo al quarto con la vincente del Girone Arancione (Udine o Cividale, appaiate a quattro punti e domani impegnate nello scontro diretto).

La prima si qualifica con i seguenti criteri: punti in classifica, quoziente canestri con le squadre pari classificate nel girone, quoziente canestri generale del girone e sorteggio. Migliore seconda individuata con quoziente canestri con le squadre prime classificate del proprio girone, quoziente canestri generale del girone o sorteggio. I quarti di finale si giocano in gara unica a eliminazione diretta, in casa della migliore classificata. Per la sede dell’accoppiamento del quarto tra Giallo e Blu non si tiene conto dei punti, a causa della disparità di gare disputate (il Giallo è composto da tre sole squadre). Quindi, la sede verrà scelta sulla base del quoziente canestri generale del proprio girone.

"Per quanto riguarda Hunt valuteremo in queste ore le sue condizioni, visto che il giorno dopo la gara di Casale ci siamo limitati a lavorare sul tiro – spiega coach Meo Sacchetti -. Rogic in Piemonte ha fatto un po’ meglio delle uscite precedenti, ma può e deve dare di più. Tornando alla gara con la Novipiù, nel secondo quarto sembrava che dovessimo scalare le montagne ed era già successo con l’Urania. È normale essere un po’ imballati in questo momento della preseason, ma i carichi della preparazione non devono essere una scusante. Non siamo ancora brillanti, ma i problemi è meglio averli adesso che più avanti. Sono comunque arrivate note positive da Baldi Rossi, che non è una sorpresa, e da Nikolic, che sta facendo progressi".

L’analisi dell’allenatore biancoblu sui prossimi avversari: "Torino nelle prime due uscite di Supercoppa non ha avuto vita facile, né contro Milano né contro Casale. Però hanno vinto ed è quello che conta – sottolinea -. Ciò significa che sono una squadra che sa soffrire e che a oggi è più avanti di noi, che invece abbiamo l’obbligo di fare molto di più. È necessario entrare il prima possibile in un insieme di squadra, dove tutti si sacrificano per il gruppo. Ogni piccola cosa è sempre determinante in partita, anche una palla recuperata".

"A Torino siamo attesi da un impegno ostico contro una squadra di alto livello – conferma Lorenzo Bucarelli -. Veniamo dal passo falso di Casale, dove abbiamo pagato un secondo quarto sottotono, in cui abbiamo sofferto un po’ troppo la loro energia. Poi abbiamo avuto una buona reazione nel terzo e nel quarto periodo, ma non è stato sufficiente per imporci. La seconda frazione di Casale deve servirci per capire su quali aspetti dobbiamo ancora migliorare".

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)