RUGGERO BRUNI (M5S) – “Palababele, sbagliato aprire un altro centro commerciale”

venerdì, 3 luglio 2020

Questa zona continua a far discutere ormai da 25 anni a questa parte. Un vero incubo per la nostra città e per tutte le Amministrazioni che si sono succedute nel corso del tempo.

Noi, come MoVimento 5 Stelle, fin dalla campagna elettorale del 2019, abbiamo sempre sostenuto che quando fosse arrivato il giorno in cui l'area sarebbe stata svincolata e sarebbe finalmente tornata di proprietà comunale, allora avremmo dovuto pensare a procedere a una riqualificazione. Non solo limitandosi all'aspetto sportivo, ma sicuramente allargando la prospettiva ad ampio raggio, fino a prevedere diverse attività al servizio dei cittadini.

Da quanto è stato possibile capire in Consiglio, il sindaco avrebbe intavolato un dialogo con la società "Cantù Next" per una progettazione (ancora a livello embrionale, così si dice) di un nuovo palazzetto dedicato alla pallacanestro. Visti i trascorsi, questa è senz'altro la strada giusta da seguire. Ma parrebbe che all'interno di questa nuova struttura il progetto preveda la creazione, insieme al campo da basket, di un mini centro commerciale. Quest'ultima ipotesi ci lascia molto perplessi: la città non ne ha certo bisogno e i negozianti del centro già ora si trovano a fare i conti da tempo con la spietata concorrenza di 16-17 supermercati, combattendo ogni giorno contro la crisi.

La nostra proposta, invece, è molto semplice: se dovesse nascere un nuovo palazzetto in Corso Europa dovrà prevedere un campo di pallacanestro ma non potrà limitarsi ad essere uno "scatolone" dedicato soltanto agli eventi sportivi. Anzi. La posizione strategica di quell'area posta al centro della città, potrebbe e dovrebbe diventare un punto attrattivo per la nostra Cantù, a prescindere da quale sarà il progetto.

Senza entrare nel merito della congruità dell'affidamento ad un avvocato di Milano che costerà alla comunità la considerevole cifra di 27mila euro, bisogna cercare di comprendere la natura dell'incarico. Forse la consulenza comprende un'analisi sui costi e sull'aspetto burocratico del progetto stesso, ma il sindaco non ci ha fornito ulteriori dettagli per confermare o smentire la nostra supposizione.

Detto questo, al MoVimento 5 Stelle preme ribadire che il tema palazzetto non possa essere demandato semplicemente alla decisione di pochi eletti. Al contrario deve essere chiamata in causa tutta la comunità canturina secondo uno spirito di partecipazione che rappresenta la base democratica di ogni investimento importante per il futuro della città. I cittadini, dal canto loro, potrebbero anche fornire un apporto costruttivo con suggerimenti, idee e proposte utili a migliorare il progetto iniziale.

Noi ribadiamo il nostro progetto: al posto del vecchio Palababele dovrebbe sorgere una struttura polifunzionale, con una nuova visione e progettualità dell'intervento e che coinvolga non solo l'aspetto sportivo ma anche tutti quegli aspetti culturali che posso interagire e convivere all'interno dell'area.

Serve insomma rendere vivibile un edificio che altrimenti rischierebbe di essere una scatola vuota destinata ad animarsi solo nei week-end in cui sono previste partite di pallacanestro. Aprire un nuovo centro commerciale, piccolo o grande che sia, non farebbe altro che peggiorare l'immagine della città, da sempre culla del design e dei migliori artisti dell'epoca. Noi non vogliamo che Cantù diventi una cittadina anonima dove proliferano supermercati, discount e grandi magazzini e dove i negozi del centro stentano a sopravvivere.

Sarebbe il caso di rispolverare la vecchia immagine di Cantù con le caratteristiche che l'hanno fatta apprezzare ovunque: certamente la pallacanestro ma anche l'immenso patrimonio artistico che ritroviamo nei libri di storia della città. Del resto, se si puntasse ancora con una gestione del territorio trascurando di metterne in mostra gli aspetti culturali e compiendo scelte destinate a favorire la grande distribuzione e danneggiare i negozi di vicinato, ci ritroveremmo ancora una volta una montagna di costi che i canturini non hanno alcuna voglia di sostenere per gli anni a venire.

Ruggero Bruni
Consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)