RAMADAN – Preghiera a rischio a Cantù, centro culturale “sigillato”?

martedì, 30 maggio 2017

CANTÙ - Ramadan già finito per i musulmani di Cantù? Secondo il 'Giorno' oggi in edicola, al capannone di via Milano acquistato dall’associazione culturale "Assalam", potrebbero essere posti i sigilli per la mancanza di alcuni interventi di adeguamento degli impianti interni, come l’aria condizionata e la messa a norma dei bagni.

"Vietato parlare di moschea con i musulmani canturini - annota il quotidiano - ma il consigliere della Lega Nord Alessandro Brianza ha visto entrare nel capannone almeno duecento islamici, tutti o quasi dopo il tramonto, mentre il parlamentare del Carroccio Nicola Molteni ha mobilitato la Questura di Milano e il Ministero dell’Interno. E ieri, conclude il 'Giorno', ai responsabili dell’associazione Assalam "è stata notificata la risposta da parte del Comune con cui si informa che non possono essere concesse deroghe all’utilizzo, in fase di ristrutturazione, men che meno a fini di preghiera".

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)