MOTORI – Dalla Brianza alle dune del Sahara: l’avventura di Mattia e Stefano

martedì, 19 aprile 2022

CANTÙ -  “Nella realtà le avventure non capitano a chi se ne sta a casa: bisogna andare a cercarsele fuori”, così scriveva Joyce, parole che Mattia Della Bianca, 30 anni membro di Motoclub Galliano Cantù, e Stefano Quarenghi, 31 anni, hanno trasformato in realtà.

Ma procediamo con ordine. “Abbiamo acquistato una vecchia Panda 4x4 del 2003– raccontano – che abbiamo ribattezzato Heather: sapevamo che sarebbe stata una fantastica compagna di avventura per il Sahara Racing Cup”.

Dopo aver acquistato Heather, Mattia e Stefano si affidano alle mani esperte dell’officina autorimessa Ghisallo di Lentate sul Seveso e della carrozzeria Tagliabue di Carimate che, gratuitamente, accettano di aiutarli smontando e rimontando la vettura per renderla idonea alla gara.

Dopo dieci mesi di restauri, test e collaudi, Mattia e Stefano sono pronti per questa sfida avventurosa: partiranno il 23 aprile con direzione Tunisi, poi raggiungeranno le dune del Sahara dove avrà luogo la gara.

“Si tratta di una gara di regolarità – spiegano – l’organizzazione fornisce un percorso con delle tappe obbligate, dei check point, da raggiungere. Insomma, una sorta di Dakar in miniatura. Nei cinque giorni previsti bisogna cimentarsi in prove speciali, una al mattino e una al pomeriggio. Alla fine dei cinque giorni si proclama il vincitore sulla base dei punteggi ottenuti”.

I partecipanti dormiranno e mangeranno in un accampamento nel deserto, con tende sotto le stelle, attrezzato per assistenza tecnica e sanitaria. Sono circa quaranta le auto in gara, trentatré delle quali vecchie Panda. “La gara è organizzata da un team italiano – continuano – Perché abbiamo scelto proprio la Panda? Perché è robusta, iconica, rappresenta l’Italia e la sua tenacia”.

Un progetto ambizioso e avventuroso, che unisce questi due colleghi di lavoro appassionati di auto, Go kart, Formula uno e viaggi.

“Prima di affrontare questa avventura – raccontano - ci siamo iscritti ad un campionato itinerante di go kart, poi il desiderio di metterci alla prova ci ha avvicinati al Mongol Rally, uno degli eventi motoristici più importanti del mondo con un tragitto che parte da Praga e arriva in Mongolia. Volevamo affrontare questa sfida con la nostra Panda Heather ma il Covid ha fermato tutto. Non ci siamo persi d’animo e ora siamo pronti per il Sahara Racing Cup”.

Mattia e Stefano si alterneranno tra guida e navigazione e gli organizzatori dell’evento, veneti, hanno inoltre sottoposto i partecipanti a diversi test su terreni sabbiosi simili alle dune che hanno permesso loro di capire quali migliorie apportare al mezzo. Forti delle esperienze passate sui go kart, (Mattia ha vinto nel 2021 il campionato 4 Strooke Championship che si è svolto tra Piemonte e Lombardia. ndr) i due sono pronti a scommettere su loro stessi con un nome grintoso, Squdem racing, grazie anche all’aiuto dei tanti sponsor corsi in loro aiuto per sostenerli e aiutarli nella realizzazione del progetto: Icp auto di Erba, torneria automatica Porro e Linea Remove di Canzo.

Preparazione, sinergia con le realtà aziendali del territorio, il deserto misterioso pronto ad accoglierli: che l’avventura abbia inizio.

S.D.D.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)