Cheap Canada goose Canada Goose Outlet woolrich nederland

LA STORIA – Sfonda due vetrine in piazza Parini, poi l’esito inaspettato

mercoledì, 28 dicembre 2016

CANTÙ - Una storia fuori dall'ordinario arriva da Cantù. È la storia di Michael Onos, trentaseienne nigeriano, che a febbrario aveva sradicato un cestino dei rifiuti e, insieme a un grosso sasso, lo aveva usato per sfondare le vetrine dell'ufficio postale e del centro sportivo Palaparini, in piazza Parini.

Come racconta Il Giorno, la vicenda ha avuto un esito inaspettato. L'uomo era in Italia senza fissa dimora e senza un'occupazione e, davanti al giudice di Como, aveva chiesto di essere portato in carcere, nonostante fosse incensurato. Motivo? Senza lavoro né soldi, non aveva un tetto sotto cui dormire. Il tentativo di furto per il quale era stato condannato quindi in realtà era solo un espediente per trovare un posto in cui dormire e mangiare al caldo.

La sua condanna è stata allora convertita in dieci mesi di messa alla prova nella mensa dei poveri di Cantù, dove ha lavorato ogni giorno e molte ore in più rispetto a quelle stabilite dal giudice ("Ha collaborato al dialogo e nei rapporti con i nostri utenti" ha raccontato il presidente dell’associazione a Il Giorno). In pochi mesi ha raddrizzato la sua vita ritrovando stabilità e fiducia. Così, pochi giorni prima di Natale, il giudice Carlo Cecchetti, prendendo atto del percorso portato avanti dall'uomo, ne ha dichiarato estinto il reato. Il magistrato, come riporta Il Giorno, ha parlato di "esito esemplare" e di "piena reintegrazione nella società" - che poi è lo scopo della pena, così come previsto dalla nostra Costituzione.

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)