DISABILITÀ – Riprende la sfida della Rolafer nel calcio a 7 Csi

giovedì, 15 ottobre 2020

CANTÙ - Dopo 245 giorni la Rolafer Briantea84 Cantù tornerà in campo per disputare una partita ufficiale. Era il 14 febbraio quando la formazione canturina ha giocato il suo ultimo match nel campionato Open Csi di Como, prima dello stop generale a causa dell’emergenza sanitaria di Covid-19. Venerdì 16 ottobre la Rolafer debutterà in trasferta contro Pls Lazzate, con fischio d’inizio fissato alle 21.15, nel rispetto dei protocolli e delle normative vigenti. La prima casalinga è in programma, invece, domenica 8 novembre alle 11 nel consueto campo dell’Oratorio di Cimnago (via Marconi, Cimnago, Lentate sul Seveso, Mb).

Pronti e via, la Rolafer Briantea84 Cantù si ripresenterà ai nastri di ripartenza del campionato (Girone C, calcio a 7), con grande motivazione. La squadra, guidata dal confermatissimo mister Luca Brienza che sta dirigendo la preparazione del gruppo ormai da un mese, sarà l’unica formazione che schiererà in campo atleti con e senza disabilità, un gruppo integrato che parteciperà ad un campionato non retto da un regolamento adattato. Da diverse stagioni, infatti, la società canturina sta portando avanti un progetto che è stato fortemente voluto e sostenuto e che ha riscontrato un notevole successo.

"Il primo mese di allenamento è andato molto bene - ha commentato Luca Brienza - con sessioni frequenti e sempre nel rispetto del protocollo e delle normative legate all’emergenza Covid-19. Per la maggior parte del tempo ci siamo concentrati sulla preparazione atletica per arrivare in forma all’inizio del campionato. L’inserimento dei nuovi innesti è avvenuto con facilità, molti dei ragazzi li conoscevamo già al di fuori del campo di gioco: sono tutti atleti che porteranno esperienza e tecnica. Aspettative? Dobbiamo ripartire da dove abbiamo finito, da un momento in cui avevamo alzato il nostro livello. L’obiettivo ora è migliorarci rispetto alla scorsa stagione, giocando ogni partita fino alla fine. Abbiamo più qualità, non ci accontenteremo del terzultimo posto che comunque è stato un successo per il percorso di maturazione che abbiamo fatto nel calcio a sette. Siamo pronti a combattere in ogni sfida con l’idea di poter dire la nostra fino in fondo".

"La scorsa è stata una stagione particolare - ha aggiunto Giorgio Pagani, responsabile del settore calcio Briantea84 e giocatore della squadra Csi - ma ora siamo ripartiti da un progetto con il calcio a sette che è già costruito: è una buona base. Tutti hanno in mente il tipo di lavoro che bisogna fare, ho trovato molta positività. Sono arrivati nuovi atleti che da anni giocano in questo campionato, è interessante vedere come abbiano deciso di sposare la nostra idea di calcio. A causa del periodo che stiamo vivendo mancherà tutta la parte di socialità oltre al campo di gioco che ha sempre caratterizzato questo gruppo, ma dovremo essere bravi a trovare nuovi modi per compattarci e fare squadra. Sono molto contento anche per tutte le riconferme, è un bel segnale".

"Un’altra speranza - prosegue Pagani - è quella di poter riuscire a ripartire con la diffusione culturale di quello che portiamo in questo campionato, per far si che quello che stiamo facendo possa essere ben comunicato e chiaro a tutti. Tornare in campo sarà molto forte, io giocherò anche in questa stagione perché ho tanta voglia di divertirmi. Obiettivi di risultato? Possiamo dire sicuramente la nostra. L’idea è quella di disputare partite giocandocela alla pari con tutte le avversarie".

 

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)