CRONACA – Stretta sullo spaccio nei boschi: due arresti, 80 controllati

martedì, 11 ottobre 2022

CANTÙ - La Compagnia Carabinieri di Cantù, nel corso degli ultimi giorni ed in particolare nella giornata di lunedì 10 ottobre, seguendo precise direttive del Comando Provinciale di Como, ha attuato un imponente controllo del territorio a partire dalle 9 del mattino fino alle 20 di sera, nei Comuni di Lambrugo, Inverigo, Merone e Carbonate, impiegando 40 uomini appartenenti in particolare al Nor ed alle Stazioni Carabinieri di Lurago d’Erba Turate e Mozzate.

Lo scopo dei controlli, che hanno visto l’impiego di dieci veicoli, un elicottero del NEC di Orio al Serio (BG) e alla innovativa Stazione Mobile, ha avuto come scopo la prevenzione e la repressione dello spaccio di stupefacenti nelle zone boscose e nelle aree urbane limitrofe.

Il personale impiegato ha controllato circa dieci ettari di terreno boscoso, individuando 15 bivacchi che sono stati smantellati e geolocalizzati, attività che permetterà di capire i luoghi di maggior incidenza del fenomeno di spaccio, grazie anche alle fotografie aeree, effettuate con l’impiego dell’elicottero. Inoltre, nel corso del medesimo coordinato sono state controllate 80 persone e 35 veicoli, denunciate due persone per guida in stato di ebbrezza e una terza perché era in possesso di una patente falsa.

Nei giorni passati, sempre nell’ambito della medesima attività di contrasto, sono stati effettuati due arresti per spaccio di sostanze stupefacenti, sequestrando materiale per il confezionamento, dei telefoni cellulari, denaro contante per circa 5000 euro, 155 grammi di circa di cocaina e delle pastiglie di droga sintetica. Nelle prossime settimane i controlli proseguiranno con la medesima intensità.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)