CRONACA – Proseguono i controlli sul territorio con i rinforzi di “CIO” e Cacciatori

venerdì, 9 febbraio 2024

CANTÙ - La Compagnia Carabinieri di Cantù sta proseguendo con una serie di controlli rinforzati del territorio con un impiego medio giornaliero di 100 militari con 40 pattuglie, che effettuano 120 posti di controllo nelle aree più sensibili. A questi controlli in aree urbane si affiancano i controlli che vengono effettuati nelle vaste aree boscose, che servono a prevenire e reprimere lo spaccio di stupefacenti e che vedono impiegati gli Squadroni Carabinieri Cacciatori.

Come ulteriore rinforzo al controllo del territorio, vengono attualmente impiegati i militari delle Compagnie di Intervento Operativo, meglio note con l'acronimo di "C.I.O.". Si tratta di Compagnie formate nei Battaglioni e Reggimenti della prima Brigata Mobile, necessari per poter disporre di adeguati contingenti di rinforzo, che consentono ai comandi territoriali di attuare servizi di controllo straordinario del territorio, al fine di risolvere criticità emergenti della situazione dell'ordine e della sicurezza pubblica, in specifiche aree del territorio nazionale, di volta in volta individuate. Le C.I.O., per il periodo delle operazioni e per il compito attribuito, sono collocate alle dipendenze del Comandante della Legione Carabinieri competente sulle aree d'intervento.

Il personale delle C.I.O è interamente costituito da militari selezionati attraverso un addestramento svolto presso la Scuola Marescialli di Velletri, improntato alla difesa personale ed alle tecniche di disarmo, al tiro operativo e di emergenza, all’addestramento aeromobile con i vari Nuclei Elicotteri dei Carabinieri ed alle tecniche antisommossa.
Il controllo del territorio di competenza, attuato integrando queste tre componenti dell’Arma, preliminarmente pianificato, oltre ad una proficua collaborazione con le altre Forze di Polizia, iniziando dalle varie strutture delle Polizie Locali, sta portando ad eccellenti risultati operativi.

Le ultime attività di preventive, hanno portato all’identificazione di 800 persone e 540 veicoli, in circa 624 posti di controlli effettuati dalle varie pattuglie composte dai reparti territoriali e speciali.

Nella giornata di ieri i controlli si sono svolti principalmente nei Comuni di Mozzate, Locate Varesino ed Alzate Brianza. Nei Comuni di Mozzate e Locate Varesino, sono stati impiegati una decima di militari, in un servizio coordinato tra le Stazioni Carabinieri di Mozzate e Turate, finalizzato al contrasto ai disordini ed ai danneggiamenti nelle piazze e nelle Stazioni Ferroviarie dei due Comuni. Il bilancio dell’attività ha portato al controllo di tre esercizi pubblici, all’identificazione di 26 persone, di cui 12 con precedenti di polizia ed al rinvenimento di un veicolo rubato.

Nel Comune di Alzate Brianza sono stati impiegati i militari della Stazione Carabinieri di Cantù e lo Squadrone Carabinieri “Calabria”, i controlli hanno portato all’identificazione di due cittadini marocchini di 19 e 24 anni, entrambi irregolari. I due stranieri venivano controllati nel Comune di Alzate Brianza - Località Carbusate, nell’ambito di un servizio straordinario finalizzato al contrasto al fenomeno dello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti in aree boschive. A conclusione degli accertamenti, consistiti nell’identificazione attraverso il sistema AFIS, i due stranieri venivano denunciati in stato di libertà per violazione della legge in materia di immigrazione.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)