CANTÙ – Raoul Bova, Nancy Brilli, Martina Colombari: tante star al teatro Fumagalli

venerdì, 27 settembre 2019

CANTÙ – La nuova stagione del teatro Fumagalli, presentata nelle scorse ore a Cantù, sarà dominata dal grande tema della famiglia, al quale sono stati dedicati quasi tutti gli spettacoli inseriti nel programma. Il primo, programmato per la serata di mercoledì 20 novembre, sarà “Montagne russe”, una commedia interpretata da Martina Colombari e Corrado Tedeschi, e proporrà una riflessione sul tema dei legami familiari e dei rapporti di coppia.

Un’altra commedia proposta dal teatro sarà “Il silenzio grande”, programmata per la giornata di mercoledì 15 gennaio. La pièce, incentrata sulla complessità dei rapporti familiari, è firmata dall’autore napoletano Maurizio De Giovanni, ed è diretta da Alessandro Gassmann.

A Cantù arriverà anche Paolo Cevoli, noto soprattutto per le sue apparizioni nella trasmissione televisiva “Zelig”, con una commedia incentrata sul suo rapporto personale con i figli. Lo spettacolo è intitolato “La sagra famiglia”, ed è programmato per il 1 febbraio del 2020.

Nel programma del Fumagalli figurano anche diverse commedie musicali: una di queste è “A che servono gli uomini?”, scritta da Iaia Fiastri e interpretata da Nancy Brilli, in programma per il 12 febbraio. Nel programma del teatro canturino è stata aggiunta anche una commedia incentrata su Sherlock Holmes, programmata per il prossimo 2 aprile, che andrà ad aggiungersi alla celebre commedia Caveman (18 aprile 2020), con la regia di Teo Teocoli.

Oltre a una serie di eventi speciali – come “Love Letters”, una commedia con Raoul Bova che andrà in scena il 7 dicembre -, il teatro ha riservato agli abbonati un grande evento natalizio, il musical “Genius”, fissato per la serata del 21 dicembre. Un altro evento speciale sarà quello intitolato “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, una commedia di Paul Dewandre interpretata da Debora Villa.

R. I. 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)