CANTÙ – Polizia locale. Nuclei specialistici e condivisione. Progetto della Regione

venerdì, 31 luglio 2020

CANTÙ - Parola d'ordine: sinergia. La collaborazione dei Comandi di Polizia Locale di Como, Cantù, Mariano Comense ed ErbaPusianoEupilio, relativa al progetto regionale volto allo sviluppo dei nuclei specialistici, si rimette in moto dopo la pausa forzata dovuta al Covid-19.

Un'iniziativa  nata alla fine del 2019, fortemente voluta da Regione Lombardia, con lo scopo di condividere tra i vari Comandi pratiche operative e favorire lo sviluppo della professionalità in ambiti specialistici quali: la sicurezza urbana, il contrasto alle occupazioni arbitrarie di immobili, la tutela ambientale, il contrasto alla guida in stato di ebbrezza e, ultime apparse ma altrettanto importanti, le verifiche in ordine al rispetto della normativa anti-covid.

Giovedì sera si è tenuto il quarto appuntamento con le attività coordinate dai Comandi, che ha visto il lavoro di numerose pattuglie, volto a contrastare la guida in stato di ebrezza: ogni Comando ha operato nel rispettivo Comune, mantenendosi comunque pronto a dar supporto agli altri colleghi, sotto la direzione ed il coordinamento di una unica Centrale Operativa composta da un operatore di Como ed uno di Cantù guidati dal Commissario Capo del Comando di Erba.
Compattezza, sinergia e collaborazione che hanno permesso 8 posti di blocco, il controllo di oltre 60 autovetture di cui una sequestrata, l'identificazione di 106 persone, controllo di parchi, piazze e luoghi di aggregazione con l'ausilio di unità cinofile e multe per coloro che violavano il codice della strada.

Lo scopo del progetto è sviluppare i nuclei specialistici della Polizia Locale stimolando una maggiore coesione tra i vari Comandi al fine di salvaguardare in maniera più efficace la sicurezza dei cittadini.

S. D. D.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)