CANTÙ – Illuminazione pubblica. L’iniziativa Dem fa risparmiare quasi 4 milioni

mercoledì, 24 novembre 2021

CANTÙ - Un regalo di Natale per i canturini di 3 milioni 713mila euro. Grazie all'impegno costante e assiduo del Partito democratico di Cantù, abbiamo ottenuto questo risultato, immaginiamo molto gradito, per la cittadinanza di Cantù. Da tempo avevamo denunciato che il contratto di concessione dell'illuminazione pubblica stilato dal Comune di Cantù con la società Gesta, a cui è subentrato l’attuale gestore Coopservice, per il completamento e la manutenzione dell'illuminazione pubblica cittadina fosse un vulnus per le casse comunali, e conseguentemente per i cittadini.

Oltre alle problematiche segnalate già prima dell’affidamento della gara, nell’interrogazione consiliare (del 19 settembre scorso), avevamo denunciato il rischio che la mancata indicizzazione del canone di concessione del servizio relativo all'anno 2020 avrebbe comportato un notevole aggravio di costi per la cittadinanza.

A quell'interrogazione, l'assessore aveva risposto con una non risposta e paventando il rischio che il Comune non ricorresse a quel passaggio, favorendo in tal modo di fatto la società concessionaria con un margine di profitto ulteriore e non giustificato.

Tale maggior ingiustificato profitto sarebbe risultato (al valore odierno, a indici invariati nei prossimi anni) pari a oltre 3 milioni e 713mila euro nell'arco di tredici anni. Nel solo mese di novembre si è avuto un aumento degli eventuali costi derivanti dalla mancata indicizzazione di circa 16mila euro al giorno.

Le nostre insistite richieste hanno invece portato gli uffici comunali a procedere all'indicizzazione del canone per l'anno 2020, il che garantirà quel risparmio di cui sopra.

Abbiamo cercato negli anni di svolgere un ruolo di opposizione propositivo e, sebbene costantemente inascoltati, siamo riusciti ad ottenere un primo notevole risultato nel garantire ai cittadini servizi di qualità ad uno costo ragionevole.
Continueremo a svolgere questo ruolo con assiduità e con lo stesso spirito finora adottato sia nel monitoraggio del servizio in essere che negli altri servizi che vengono erogati alla cittadinanza.

Allego la simulazione dell’incremento del canone annuo a parità di indici del costo dell’energia e la memoria degli uffici con cui si procede all’indicizzazione da noi richiesta.

Filippo Di Gregorio
Consigliere comunale Partito Democratico

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)