CANTÙ – Comizio di Salvini ma la piazza è dei 5 stelle. In barba alle regole

domenica, 28 aprile 2019

CANTÙ - Curioso episodio questa mattina in piazza Garibaldi, dove il gazebo dei 5 stelle si è trovato "coinvolto" nel comizio di Matteo Salvini. I pentastellati infatti si trovavano in piazza con il loro candidato sindaco Ruggero Bruni quando la Lega ha preso possesso dell'area per l'incontro elettorale col Ministro degli Interni a sostegno di Alice Galbiati.

I due partiti hanno così condiviso la stessa zona: alleati al governo ma come sottolineano i militanti "in competizione alle amministrative, non essendoci alcuna alleanza territoriale".

"Oggi il Movimento 5 Stelle di Cantù e il suo candidato sindaco Ruggero Bruni erano presenti in piazza Garibaldi con un gazebo autorizzato da giorni con un regolare permesso" raccontano i pentastellati, e "allestire in fretta e furia da parte della Lega canturina una piazza per accogliere l'arrivo di Salvini ha lasciato spazio a molte leggerezze. Nulla in contrario al comizio di Salvini - commenta Bruni - come ci era stato chiesto preventivamente da parte della Lega, ma non era certo compito nostro dare autorizzazioni in merito. Va detto però che tutte le regole base della campagna elettorale per un evento come questo sono saltate".

"Una leggerezza - continua Ruggero Bruni - che da chi dovrebbe seguire le regole e garantire la nostra sicurezza non è accettabile. Prima ancora dei regolamenti, il buonsenso avrebbe dovuto far sì che si organizzasse il comizio con più attenzione, seguendo le norme fondamentali della campagna elettorale. Se i principi fossero stati rispettati, non sarebbe stato possibile organizzare sul palco il comizio vista la presenza di un gazebo di un'altra lista all'interno della piazza".

Nei giorni scorsi a dire il vero il Movimento 5 Stelle si era attivato per rispettare tutto l'iter procedurale. "Abbiamo subito chiesto agli interessati se le autorizzazioni fossero state chieste, ma nulla ci è stato risposto dal loro candidato sindaco. Risultato: il nostro gazebo si è ritrovato all'interno di un comizio di una forza avversaria alle amministrative canturine, facendo venir meno ogni regola base di sicurezza e ogni accordo sulla propaganda comunale ed elettorale", conclude Ruggero Bruni.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)