200-125dumps 100-105dumps 210-260dumps 300-115dumps 200-105dumps 300-101dumps 200-310dumps 210-060dumps 200-355dumps 640-911dumps 300-075dumps 300-208dumps 300-070dumps 300-360dumps 642-998dumps QV_DEVELOPER_01dumps 400-101dumps 210-451dumps 700-501dumps 400-051dumps 117-201exam 070-243exam 70-696dump 648-244dumps 500-005dumps 640-875dumps 700-505 640-878dumps 600-199dumps 400-351dumps 101-400dump 300-320dumps 210-065dumps 70-480dumps CCA-500dumps

BRIANTEA84 – Capitan Sagar in cattedra alla Bocconi: “La carrozzina fu un dono di dio”

giovedì, 14 marzo 2019

MILANO - “Sbagliate, fate esperienza: tutto quello che accade sarà importate per creare la vostra persona. Domani sarete più forti. Spero di avervi trasmesso un po’ di coraggio”. Questo il messaggio forte e chiaro del capitano della UnipolSai Ian Sagar che, mercoledì 13 marzo pomeriggio, ha partecipato all’evento “Ryla: Inspiration and Perspiration” nella prima tappa del 2019 organizzata all’Università Bocconi di Milano.

Il seminario RYLA (Rotary Youth Leadership Awards), in programma fino a domenica 17 con cinque giorni fitti di appuntamenti tra atenei e aziende, ha lo scopo di aiutare i giovani, attraverso l’analisi di tematiche di attualità e di cultura, a diventare protagonisti nella società fondando la loro azione sui valori del servire, dell’amicizia, delle diversità, dell’integrità e della leadership.
Sul filo conduttore dello slogan “Siate di Ispirazione” Ian Sagar ha parlato della sua esperienza ai 50 studenti presenti in aula, partendo dal suo libro “Le mie vite in gioco” edito da Add Editore e scritto in collaborazione con il giornalista Alessandro Camagni.

“Dopo l’incidente sono stato quattro mesi in ospedale - ha continuato Ian -, vedevo solo il soffitto. Quando mi hanno dato la carrozzina mi sembrava un dono di Dio perché finalmente avrei potuto girare per muovermi in quel posto. Poi mi sono accorto che facevo fatica ad abbracciare mia mamma o a superare un semplice scalino. Il mio cane aveva paura di tutto e pensavo che in questa condizione non mi sarebbe più stato vicino. Invece quando mi ha visto, mi è saltato addosso. Ho imparato ad impennare con la carrozzina, piccole gioie. I miei amici mi venivano a trovare e mi portavano in giro. Un giorno ero triste e non avevo voglia di uscire, pensavo di essere di peso per loro. Uno di questi mi ha detto che dovevo muovermi e prepararmi, mi aspettavano tutti fuori per andare a divertirci. Da questo punto in poi non avrei potuto più mollare. Subito dopo ho incontrato il basket in carrozzina: era lo sport giusto per me e me ne sono innamorato”.

Il tema del primo incontro è stato “Leadership: Ispirazione ed Applicazione” e al dibattito sono intervenuti anche Carlo Salvato (Dipartimento di Management e Tecnologia Università Bocconi), Alessandro Savelli (Pittura, incisione e ceramica), Ruben Jais (Direttore Orchestra Giuseppe Verdi) e Adriano Regondi (Chairman Gruppo Mayhoola), in un incontro moderato da Alberto Grando (Prorettore allo sviluppo dell’Università Bocconi). Diversi gli argomenti trattati grazie alla versatilità delle competenze dei presenti: dalla musica alla capacità di essere manager di un’azienda, dalla professionalità al servizio degli altri al valore dell’ispirare e del formare con le proprie qualità.

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)