ASF – 16 nuovi autobus in una flotta giovane e ‘green’. Si presenta il nuovo AD

giovedì, 10 settembre 2020

COMO - Si rinnova la flotta di Asf Autolinee. Da oggi, l’azienda di trasporto pubblico locale si dota di 16 nuovi mezzi interurbani che andranno quindi a sostituire altri veicoli più datati. Un investimento da 2,6 milioni di euro che renderà la flotta stessa più moderna, meno inquinante e al passo con i tempi. Una flotta che ambisce negli anni a diventare sempre più “green” che garantirà all’utenza un’esperienza di viaggio più confortevole e sempre più accessibile, dato che quasi la totalità dei mezzi è dotata di incarrozzamento per disabili; le pochissime unità che non ne sono dotate sono tipologie di autobus tali per cui non è possibile l’installazione.

Nuovi veicoli, oggi ne vengono presentati dieci forniti da Iveco e due Intouro Mercedes forniti dalla Evobus: si sposano con le esigenze dell’utenza e con la voglia dell’azienda di rinnovarsi e vanno ad aggiungersi alla flotta di Asf, che può contare su 305 veicoli. Una flotta giovane, con un’età media inferiore a 9 anni, rispetto agli 11,4 della media nazionale. Mezzi che consentono all’azienda di trasportare annualmente quasi 16 milioni di passeggeri fra pendolari, studenti e turisti che si muovono sulle 65 linee servite.

Un processo di modernizzazione e attenzione per l’utente che passa anche attraverso il lancio dei biglietti e degli abbonamenti digitali: utilizzando l’app “Arriva MyPay” è infatti possibile acquistare tutti i titoli di viaggio in maniera rapida e veloce per muoversi nelle province di Como e Lecco con la possibilità di raggiungere anche Sondrio, Lugano e Bergamo.

La presentazione odierna è anche l’occasione per ufficializzare il passaggio di testimone della carica di amministratore delegato: Alberto Toneatto subentra a Valentina Astori, chiamata a svolgere un importante e fondamentale ruolo nell’ambito del progetto di fusione delle aziende controllate da Arriva Italia.

"Asf Autolinee, in questo anno così difficile che ci ha posto di fronte a situazioni del tutto inaspettate, ha comunque scelto di investire nell’acquisto di nuovi autobus più ecologici e funzionali - commenta Valentina Astori - e nella tecnologia, grazie al lancio di bigliettazione e abbonamenti digitali che sono ora acquistabili anche on line e tramite app. Oggi lascio Asf per cogliere una nuova opportunità lavorativa andando a ricoprire un ruolo di rilievo all’interno della holding Arriva Italia. Lascio la mia carica di amministratore delegato in ottime mani, vale a dire ad Alberto Toneatto, già vfo di Arriva Italia e, negli ultimi cinque anni, amministratore delegato di Saf Udine".

"Sono molto felice di arrivare in un’azienda sana - si presenta Alberto Toneatto - in cui ho trovato molti validi e competenti
collaboratori. Nella mia esperienza ho già ricoperto il ruolo di amministratore delegato nell’azienda di trasporto pubblico di Udine e ora mi entusiasma entrare a far parte di un’azienda così radicata e importante per il territorio. L’idea è di investire ancora: nel prossimo triennio contiamo di rinnovare ulteriormente la flotta, aggiungendo altri nuovi veicoli sempre più ecologici e confortevoli. Sono pronto per le nuove sfide che ci attenderanno".

"All’interno di Asf Autolinee rappresento la parte delle istituzioni - aggiunge Guido Martinelli, presidente Asf - e non posso che approvare il rinnovamento dei mezzi e gli sforzi dell’azienda a favore dell’utenza. L’investimento è stato importante e renderà il trasporto pubblico locale sempre più ecologico, mentre con l’avvento dei biglietti e degli abbonamenti digitali l’azienda si avvicina ulteriormente alla clientela e ai cittadini di Como e Provincia".

I NUOVI MEZZI – CARATTERISTICHE TECNICHE
I nuovi mezzi Iveco e Mercedes, concepiti principalmente per il trasporto interurbano e scolastico, garantiscono un minor impatto ambientale – senza trascurare le prestazioni ‐ e sono all’avanguardia per quanto riguarda le caratteristiche tecniche in tema di confort e sicurezza.

Plance di guida ergonomiche e comandi al volante consentono ai conducenti di raggiungere più comodamente i comandi con un maggior comfort e una facilità di guida che si traduce in più sicurezza e piacere del viaggio anche per i passeggeri. Inoltre, grazie alla presenza di una paratia protettiva, la plancia del conducente risulta isolata e protetta. Un aspetto molto importante in questi tempi così complicati.

Plance più ampie garantiscono anche maggiore spazio alle persone con mobilità ridotta: su 15 dei 16 bus sono presenti pedane o sistemi di sollevamento per disabili. Riguardo agli indici di carico la situazione sanitaria al momento impone delle limitazioni, tuttavia i nuovi autobus, in termini di posti a pieno carico, a seconda del modello e del servizio a cui sono dedicati diverse configurazioni. Partiamo dai 49 posti a sedere e 28 in piedi dell’Intouro, più adatto per percorrenze più lunghe, ai 35 posti a sedere e 67 in piedi del Crossway low entry, più adatto per brevi spostamenti in ambito suburbano, fino ai piccoli Daily, adatti per determinati percorsi stradali, con 19 posti a sedere.

Sistemi come EBS e ESP aumentano notevolmente la sicurezza in frenata, anche quando le condizioni del manto stradale risultano difficili. I mezzi sono anche dotati di una serie di sistemi che garantiscono la sicurezza come ad esempio il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, che verifica costantemente la situazione delle gomme, il sistema di rilevazione e spegnimento di incendi nel vano motore, il sistema park system, la telecamera per la retromarcia così come sulla porta di discesa, le luci a led e le luci diurne.

Mezzi sempre più ecologici, attenti all’ambiente e al comfort di tutti gli utenti che scelgono responsabilmente il trasporto pubblico per muoversi ogni giorno. L’attenzione all’ambiente è un focus dell’azienda, che sta riducendo l’utilizzo di plastica e carta anche al suo interno.

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)