200-125dumps 100-105dumps 210-260dumps 300-115dumps 200-105dumps 300-101dumps 200-310dumps 210-060dumps 200-355dumps 640-911dumps 300-075dumps 300-208dumps 300-070dumps 300-360dumps 642-998dumps QV_DEVELOPER_01dumps 400-101dumps 210-451dumps 700-501dumps 400-051dumps 117-201exam 070-243exam 70-696dump 648-244dumps 500-005dumps 640-875dumps 700-505 640-878dumps 600-199dumps 400-351dumps 101-400dump 300-320dumps 210-065dumps 70-480dumps CCA-500dumps

CANTÙ – Una mostra dedicata a Giuseppe Ballabio, maestro intagliatore

venerdì, 19 maggio 2017

CANTÙ – Fino al prossimo 30 giugno, all’interno del liceo artistico Fausto Melotti di Cantù, sarà possibile visitare una mostra dedicata alla figura di Giuseppe Ballabio, “uno dei migliori rappresentanti della categoria degli intagliatori”. Secondo una nota diffusa pochi giorni fa dallo staff del liceo artistico, Giuseppe Ballabio “è un artista che a Cantù ha dato molto, e ha contribuito in modo notevole ad avvalorare l’artigianato locale”.

Giuseppe Ballabio – soprannominato “il Dees” – nacque a Brenna nel 1887, e dopo aver trascorso l’infanzia a Desio si trasferì a Cantù nel 1902, dove frequentò i corsi d’intaglio del professor Carlo Arnaboldi alla locale Scuola d’Arte. Alcune delle sue opere più significative si trovano ancora a Cantù – tra le quali la statua della Madonna del Carmine e il “copricielo” intagliato nella prepositurale di San Paolo, o la madonna della Santa Croce nella chiesa di San Michele – e alcune delle sue migliori realizzazioni sono state portate addirittura all’estero (alcune opere di Ballabio si trovano infatti in Venezuela, in Perù e a New York).

La mostra è stata allestita all’interno della biblioteca del liceo artistico, e resterà visitabile dalle 8.30 alle 12.30 (domenica esclusa).

 

il Canturino NEWS - supplemento quotidiano a Lario News, testata giornalistica registrata (Tribunale LC n. 234/2015)